Workshop a ingresso gratuito

Clicca qui per registrarti  
Nota: tutti i workshop sono della durata di un’ora



Giorno 1 - 13/11 Workshop (in inglese)

Moderatore

David Wood
Consulente senior
David Wood & Associates
REGNO UNITO

10:30

Modello fisico di ammortizzatori bitubo regolabili

Miguel Fernandes Ferreira
Professore
Oxford Brookes University
REGNO UNITO
A incentivare lo sviluppo di una nuova versione di ammortizzatori è stata l’esigenza costante di avere a disposizione modelli molto affidabili, semplici da identificare e regolare, ma anche idonei per le simulazioni della dinamica dei veicoli. Il nuovo modello riproduce le prestazioni di un ammortizzatore bitubo moderno in regimi diversi e consente di regolare virtualmente i parametri direttamente collegati a quelli fisici dell’ammortizzatore. Inoltre, nella presentazione saranno analizzati i programmi di caratterizzazione e identificazione dei parametri sviluppati in contemporanea al modello.

11:30 - 12:00

Pausa

12:00

Dossier sugli ammortizzatori - principi base e dimostrazione concreta

Danny Nowlan
Direttore
ChassisSim Technologies
AUSTRALIA
Uno degli ambiti più strategici per le prestazioni delle auto da corsa è quello degli ammortizzatori. Nella presentazione solleveremo quel velo di mistero che avvolge spesso questo argomento, scoprendo innanzitutto le equazioni alla base del funzionamento degli ammortizzatori. Infine, dimostreremo concretamente come si applicano questi principi nel mondo delle corse automobilistiche.

13:00 - 14:00

Pranzo

14:00

Piattaforma di simulazione multifisica basata su MF per prevedere temperatura, aderenza e usura

Prof Aleksander Sakhnevych
CTO e cofondatore/ricercatore confermato in meccanica applicata e dinamica dei veicoli
MegaRide/Università di Napoli Federico II
ITALIA
Tramite l’utilizzo di una piattaforma di simulazione multifisica basata su MF, dall’esame dei modelli fisici dell’interazione tra pneumatici e superficie è possibile prevedere e riprodurre la distribuzione locale di temperatura, usura del battistrada e aderenza nella zona di contatto con il suolo, e tenere conto della rugosità della strada e delle caratteristiche della mescola del battistrada. Questo strumento, che comprende modelli thermoRIDE/adheRIDE, si è aggiudicato il premio “Tire Technology of the Year” nel 2018 e quello di “Vehicle Dynamics Tool of the Year” nel 2019. È stato proficuamente impiegato in simulazioni offline e online della dinamica dei veicoli.

15:00 - 15:30

Pausa

15:30

Come l’aerodinamica di Formula 1 può dare una marcia in più alle vetture da track day estremo

Willem Toet
Specialista di aerodinamica/senior manager servizi aerodinamici
Sauber Aerodynamics AG
SVIZZERA
Prof. Willem Toet illustrerà come la sperimentazione aerodinamica non sia solo divertente, ma apporti tutta una serie di vantaggi. Spiegherà brevemente come le scuderie di F1 utilizzano gli strumenti di sviluppo, tra cui la galleria del vento, le simulazioni CFD e le verifiche sul tracciato. Passerà quindi in rassegna alcuni dei trucchi della F1 per massimizzare le prestazioni e dimostrerà come questi concetti possano applicarsi ad altre tipologie di veicoli, comprese le vetture da strada. Perché effettuare un sorpasso è così difficile nella F1? Willem spiegherà questo e altro ancora.

Giorno 2 - 14/11 Workshop (in inglese)

Moderatore

David Wood
Consulente senior
David Wood & Associates
REGNO UNITO

10:30

Una vettura elettrica a batteria in condizioni ambientali estreme

Glen Pascoe
Ingegnere capo
Williams Advanced Engineering
REGNO UNITO
Williams Advanced Engineering ha avviato una collaborazione con Extreme E nel maggio 2019 per la progettazione e fornitura delle batterie utilizzate nel campionato, che debutterà nei primi mesi del 2021. L’azienda vanta un’esperienza consolidata, avendo costruito le batterie utilizzate nelle prime quattro stagioni del Campionato di Formula E. Le celle di nuova generazione sono concepite per resistere nei cinque ambienti della Extreme E, tutti con condizioni estreme, dall’Artico al Sahara.

11:00

In corsa verso il futuro: la progettazione delle auto da corsa elettriche

Angus Lyon
Direttore
Rockfort Engineering Ltd
REGNO UNITO
Forte di oltre venti anni di esperienza nella progettazione delle auto elettriche, di cui dieci nel segmento delle auto da corsa elettriche, Angus Lyon illustrerà i sistemi di trasmissione per auto elettriche impiegati nella Formula E, nella Formula 1 e nei prototipi di auto da corsa elettriche. L’intervento passerà in rassegna le tecnologie e i gruppi propulsori utilizzati, soffermandosi sugli aspetti da tenere presenti e sulle esigenze da soddisfare nella realizzazione di motopropulsori, sistemi di controllo e batterie per le auto elettriche impiegate negli sport motoristici.

11:30 - 12:00

Pausa

12:00

Aumentare la densità di potenza di un motore elettrico

Arnaud Martin
Ingegnere capo - sport motoristici
Integral Powertrain Ltd
REGNO UNITO
La presentazione esaminerà i principi generali da prendere in considerazione per ottenere un aumento della densità di potenza nei motori elettrici. Valuteremo gli aspetti tecnici di un motore elettrico, il suo design, la sua architettura e fabbricazione. Tutto questo per massimizzare le prestazioni e l’efficienza negli sport motoristici.

12:30

Progettazione e costruzione delle monoposto elettriche

Terence Goad
Direttore
Performance Projects
REGNO UNITO
La presentazione ripercorrerà le tappe che hanno reso possibile la progettazione, costruzione e realizzazione di una monoposto elettrica in soli due mesi.

13:00 - 14:00

Pranzo

14:00

Advances in battery technology – smart cells

Paul Freeland
Ingegnere capo
Cosworth
REGNO UNITO
The heaviest and most costly component in electrified drive systems tends to be the traction battery, and as the ever-increasing drive toward the electrification of automotive powertrains spills into the motorsport arenas, so the need to develop high-performing, lightweight and robust battery systems becomes more prevalent. With the ability to monitor and control battery cells in much more detail, smart-cell technology offers the potential to manage the health, safety and aging aspects of battery cells a lot more closely, and thereby provides the chance to reduce the overhead capacity requirement. It also removes a lot of the internal wiring and connections required by conventional battery management systems. This presentation outlines a recent project to examine the benefits of smart-cell technology, and how these might apply to motorsport applications.

14:30

Test sulle prestazioni degli ammortizzatori - caratterizzazione dinamica e grafici in condizioni statiche

Jonas Jalmark Näfver
Responsabile dinamica dei veicoli
Öhlins Racing AB
SVEZIA
Un gran numero di ingegneri di team corse e case costruttrici utilizza il grafico degli ammortizzatori in condizioni statiche come unica fonte di informazioni per la regolazione degli ammortizzatori. In situazione di stasi, l’approccio è assolutamente ragionevole. Ma nella vita reale un ammortizzatore funziona in condizioni altamente dinamiche, pertanto la risposta, nella realtà, potrebbe essere ben diversa da quella evidenziata dal grafico utilizzato nella fase decisionale. Nel workshop esamineremo in che modo la risposta statica e dinamica dell’ammortizzatore può influire sulle prestazioni del veicolo. Affronteremo quindi il tema dell’equilibrio da cercare tra esigenze e caratteristiche contrapposte, quando si devono migliorare le prestazioni complessive del veicolo in linea con una pista, un pilota e una sessione ben specifici.

15:00 - 15:30

Pausa

15:30

Un approccio completo: motori da gara e sviluppo dei veicoli

Julien Feddra
Direttore commerciale
Rotronics
FRANCIA
In un mondo dove la differenza tra il vincitore e il perdente si riduce a un centesimo di secondo, qualsiasi miglioria alle vetture o alle motociclette da corsa ne incrementa la competitività. Rotronics nasce per risolvere i problemi inerenti allo sviluppo di motociclette due tempi da 500 cc, dinamometri per il telaio e per il motore. Forte di un’esperienza trentennale, l’azienda offre un’ampia gamma di strumenti per aiutare i clienti a migliorare le prestazioni. Rotronics propone un approccio completo comprensivo di gruppi di distribuzione, flussometri e banchi di prova per motore e veicolo. L’offerta include dinamometri a rulli standard 4WD sincronizzati fino a 400 km/h o soluzioni intelligenti di dinamo al mozzo per operare modelli 4WD sincronizzati o controllare la velocità dei singoli cerchi. Pertanto, la strategia di trasmissione è anch’essa equilibrata. Inoltre, è possibile compensare la velocità nella parte anteriore/posteriore/sinistra/destra.

16:00

A lezione di aerodinamica

Willem Toet
Specialista di aerodinamica/senior manager servizi aerodinamici
Sauber Aerodynamics AG
SVIZZERA
Willem spiegherà con esempi divertenti i concetti di base dell’aerodinamica. Nel suo intervento cercherà di far visualizzare cosa accade quando le molecole dell’aria si spostano attorno agli oggetti, per favorire una comprensione intuitiva dell’equazione di Bernoulli. Si soffermerà anche sul funzionamento dei diffusori per sport motoristici e su come sfruttare la vorticità (la tendenza di un flusso a ruotare) per far entrare l’aria a maggiore carica energetica in contatto con superfici che altrimenti avrebbero prestazioni basse. Infine, accennerà alla creazione di condotti di raffreddamento e ali multi-elemento funzionanti. La presentazione si rivolge a un pubblico con competenze di ingegneria, ma non sono necessarie conoscenze pregresse di aerodinamica.

Giorno 3 - 15/11 Workshop (in inglese)

Moderatore

David Wood
Consulente senior
David Wood & Associates
REGNO UNITO

10:30

Mappatura aerodinamica e ottimizzazione delle auto da corsa

Wouter Remmerie
Fondatore
AirShaper
BELGIO
In questa presentazione saranno illustrati esempi e strumenti per l’ottimizzazione delle performance aerodinamiche delle auto da corsa. Un caso emblematico è quello della Porsche GT4, che al Nürburgring ha guadagnato 20 secondi a dimostrazione di come, grazie all’aerodinamica, un’auto possa fare il salto di qualità. L’utilizzo di modelli tridimensionali per l’analisi aerodinamica liberamente accessibili consente ai team di corse minori di abbattere i costi per analizzare e ottimizzare le vetture. Le simulazioni, poi, permettono la mappatura aerodinamica delle auto da corsa. Inoltre, verrà spiegato come utilizzare le simulazioni per costruire mappe aerodinamiche atte a generare i dati necessari per decidere l’assetto della vettura in base a gara e circuito.

11:00

Cylinder pressure measurement (CPM) technology in Cosworth next-generation ECUs

Tom Roberts
Ingegnere delle applicazioni senior
Cosworth
REGNO UNITO
This presentation explores the application of in-cylinder pressure measurement and dives into the benefits of this technology. Included is a look at the latest ECU offering from Cosworth, which incorporates cylinder pressure measurement and a look to future capabilities.

11:30 - 12:00

Pausa

12:00

La formula vincente per gestire una squadra di studenti durante il campionato Mazda MX5 Cup

Ton Serné
Performance engineer
SernéCM
PAESI BASSI
Un team di 6 studenti del corso di Minor Motorsport Engineering della Fontys University di Eindhoven ha vissuto l’esperienza di gestire un’auto da competizione durante la stagione 2019 del campionato Mazda MX5 Cup del Benelux. Nella presentazione mostreremo ciò che i ragazzi hanno imparato durante la stagione e come hanno settato la vettura facendola diventare una top runner in una categoria altamente competitiva. Metteremo in luce gli elementi chiave del loro successo: organizzazione, dedizione, motivazione e cura maniacale di ogni aspetto. Dalla gestione dei pneumatici, all’acquisizione dei dati, dall’aerodinamica fino all’eccellenza nella manutenzione e preparazione.

12:30

Race engineering: perché non si può prescindere dagli strumenti di simulazione

Danny Nowlan
Direttore
ChassisSim Technologies
AUSTRALIA
Nel mondo delle corse si cede spesso alla tentazione di trascurare l’aspetto della simulazione quando il lavoro ingegneristico avviene sotto pressione o si mira a mettere l’auto in pista quanto prima. Tuttavia, l’edizione 2019 della 24 Ore di Le Mans è un esempio lampante dei motivi per cui gli strumenti di simulazione devono essere una priorità. Sarà esaminato un caso di studio nel quale sono stati utilizzati diversi toolbox ChassisSim per la simulazione nella progettazione di una vettura di classe LMP2.

13:00 - 14:00

Pranzo

14:00

Plastiche riciclate nell’economia circolare e ingegneria ad alto rendimento

Niall Johanson
Leader settore automobilistico
Charpak Ltd
REGNO UNITO
La presentazione odierna illustra il valore derivato dallo sviluppo di economie circolari locali per il riciclaggio di imballaggi in plastica termoformata e i vantaggi unici che ne conseguono, quali una riduzione dei costi, un aumento dell’efficienza e un netto miglioramento dell’affidabilità del prodotto finale. La presentazione si rivolge nello specifico agli ingegneri che si occupano di elettronica di potenza, produzione di pacchi batterie di trazione e di altri componenti fragili o fondamentali, soprattutto in ambito di manipolazione robotica. Include inoltre studi di casi pratici per evidenziare i vantaggi potenziali. Con il progressivo aumento dei volumi produttivi delle case automobilistiche per rifornire altri settori, è necessario prestare la dovuta attenzione a un aspetto fondamentale ma spesso trascurato: i controlli di processi innovativi.
Notare che: Questo programma di conferenza può essere soggetto a modifiche

Future edizioni: Professional Motorsport World Expo, November 11, 12, 13, 2020, Padiglione 10.1, Colonia, Germania (date non definitive)